1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Rete Rurale Nazionale
Home Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ENRD Stampa Iscriviti alla newsletter RSS Feed Vai al sito in inglese Twitter Facebook Youtube
RRn
 
Cos'è la RRN
AREE TEMATICHE
ARCHIVI
SERVIZI
 

Contenuto della pagina

GAL Alto Casertano

immagine locandina

Comunicato stampa, 19 gennaio 2015

A Vairano Patenora l'ultimo incontro con i produttori per la nascita di tre Presìdi Slow Food nell'Alto Casertano
Presso la Sala Consiliare del Comune, GAL Alto Casertano e Slow Food Campania accolgono l'Assessore regionale all'Agricoltura, Daniela Nugnes

Giovedì 22 gennaio alle ore 17,00 presso la Sala Consiliare del Comune di Vairano Patenora (Ce) avrà luogo l'ultimo incontro preliminare alla costituzione formale dei tre Presìdi Slow Food nati con il progetto "Presidio della Biodiversità dell'Alto Casertano".
Al centro dell'attenzione sarà il Presidio Slow Food del Lupino Gigante di Vairano, ma si parlerà anche di Cipolla di Alife e Oliva caiazzana, gli altri due Presìdi Slow Food nati con il progetto. I produttori potranno manifestare il loro interesse e contribuire alla realizzazione dei Disciplinari che saranno approvati entro breve termine dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità per formalizzare la nascita dei tre Presìdi. Le manifestazioni di interesse per aderire all'Associazione dei Produttori dei Presìdi sono disponibili sul sito web www.altocasertano.it

All'incontro parteciperanno l'Assessore all'Agricoltura della Regione Campania, Daniela Nugnes; il Presidente del GAL Alto Casertano, Ercole de Cesare; il Coordinatore del GAL Alto Casertano, Pietro Andrea Cappella; il Presidente Slow Food Campania e Basilicata, Giuseppe Orefice e il responsabile del progetto Presìdi Slow Food per Campania e Basilicata, Vito Trotta.
Il progetto "Presidio delle Biodiversità dell'Alto Casertano" condotto da Slow Food Campania e Fondazione Slow Food per la Biodiversità, in collaborazione con le Condotte Slow Food "Massico e Roccamonfina", "Matese" e "Volturno", è nato grazie alla intuizione del GAL Alto Casertano che ha inserito nel proprio Piano di Sviluppo Locale una azione destinata a compiere uno studio efficace per l'individuazione di colture e allevamenti tradizionali a rischio di scomparsa e la selezione di microfiliere locali. Il GAL Alto Casertano ha deciso di sostenere l'attivazione di tale progetto utilizzando i fondi della Misura 412 del Piano di Sviluppo Locale (PSL) Alto Casertano "Giardino di Terra di Lavoro" (previste nel Programma di Sviluppo Rurale Campania - PSR - 2007/2013 - Asse 4 Approccio LEADER).

 

Per ulteriori informazioni: gal@altocasertano.it - info@slowfoodcampania.it


 

CALENDARIO EVENTI

<Maggio 2024>
LuMaMeGiVeSaDo
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031