1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Rete Rurale Nazionale
Home Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ENRD Stampa Iscriviti alla newsletter RSS Feed Vai al sito in inglese Twitter Facebook Youtube
RRn
 
Cos'è la RRN
AREE TEMATICHE
ARCHIVI
SERVIZI
 

Contenuto della pagina

GAL Irpinia

logo GAL Irpinia

Seminario "Buone pratiche e metodi per la gestione dei siti e delle aree d'interesse ambientale", 7 settembre 2014, ore 17.00 Palazzo De Francesco - Chiusano San Domenico (AV)

E' in programma per il prossimo 7 settembre, presso Palazzo De Francesco a Chiusano San Domenico, con inizio alle ore 17.00, il seminario promosso dal GAL Irpinia di Montella dal titolo "Buone pratiche per la gestione dei siti e delle aree d'interesse ambientale". L'apertura dei lavori è affidata ai saluti di Carmine De Angelis, sindaco di Chiusano San Domenico. A seguire l'introduzione di Giovanni Maria Chieffo, presidente del GAL Irpinia. Seguiranno le relazioni di Mariano Membrino, presidente Nuova Pro loco "Carlo Nazzaro" di Chiusano San Domenico, che interverrà sul tema delle buone pratiche, e di Giorgio Cataldo, esperto in tematiche ambientali, che interverrà sul tema dei metodi di gestione. L'incontro sarà moderato dal giornalista Alfredo Picariello.

Il patrimonio naturalistico del territorio del GAL Irpinia  è oggi in parte tutelato da un sistema di aree protette di cui fanno parte il Parco Regionale Naturalistico "Monti Picentini", l'oasi  "Valle della Caccia" e 17 siti della rete Natura 2000. Lo scopo principale delle aree protette è quello di regolare le attività umane in modo da consentirne la prosecuzione e lo sviluppo, senza intaccare in modo irreversibile gli ecosistemi presenti, che solo in minima parte sono tutelati in modo integrale. Le aree protette del GAL Irpinia, ed in generale della Campania, insistano diffusamente su territori dalla forte valenza agroalimentare, i cui prodotti spesso identificano l'economia del territorio: in tal senso, una seria politica di tutela e valorizzazione del patrimonio naturale non può che avere una positiva ricaduta sulla qualità dei prodotti, nonché sull'immagine riconosciuta a livello internazionale e anche sui livelli occupazionali. Da qui la necessità di un approfondimento su buone pratiche e su possibili modelli di gestione da innestare sul territorio di riferimento.

 

Per ulteriori informazioni:


 

CALENDARIO EVENTI

<Maggio 2024>
LuMaMeGiVeSaDo
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031