1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Rete Rurale Nazionale
Home Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ENRD Stampa Iscriviti alla newsletter RSS Feed Vai al sito in inglese Twitter Facebook Youtube
RRn
 
Cos'Ŕ la RRN
AREE TEMATICHE
ARCHIVI
SERVIZI
 

Contenuto della pagina

GAL Delta del Po e GAL Adige

logo gal Delta Po + gal Adige

Comunicato stampa: I GAL del Polesine in Francia per il progetto di cooperazione sul turismo rurale e i prodotti tipici del Polesine

Nell'ambito del progetto di cooperazione transnazionale "ECO LEADER NETWORK - Turismo sostenibile in connessione con la valorizzazione e promozione dei prodotti", nei giorni scorsi  i GAL polesani, GAL POLESINE DELTA PO e GAL POLESINE ADIGE sono stati ricevuti in Camargue, ad Arles, presso la sede della Chambre de Commerce et d'Industrie du Pays d'ARLES, soggetto attuatore del GAL Pays d'Arles.
Della delegazione polesana hanno fatto parte tecnici dei GAL, Laura NEGRI  (Assessore della Provincia di Rovigo e consigliere del GAL Polesine Delta del Po) in rappresentanza del soggetto attuatore del GAL Delta Po (capofila) e Geremia GENNARI  (Presidente del Parco del Delta del Po e Vicepresidente del GAL Polesine Delta del Po).
Obiettivo dell'incontro: la pianificazione delle attivitÓ da realizzare nell'ambito di coordinamento progettuale e comunicazione, organizzazione di eventi, attivitÓ di informazione e/o formazione degli operatori e realizzazione di materiale informativo vario. Gli interventi mireranno alla valorizzazione e la promozione delle produzioni agroalimentari tipiche locali, attraverso azioni di sensibilizzazione al gusto, ai valori nutritivi e alla qualitÓ dei prodotti, coinvolgendo in particolare a livello locale i produttori, i ristoratori e i consumatori. Un'azione di particolare rilievo sarÓ dedicata all'enogastronomia, grazie all'abilitÓ degli chef, francesi e polesani, che avranno l'opportunitÓ di creare dei men¨ della tradizione provenzale e polesana con i prodotti dei territori e la possibilitÓ di rivisitare vecchi sapori in chiave moderna.
A breve il GAL organizzerÓ con i soggetti interessati degli incontri tecnici per definire il quadro dei prossimi interventi da realizzare.

 
 

Per ulteriori informazioni: