1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Rete Rurale Nazionale
Home Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ENRD Stampa Iscriviti alla newsletter RSS Feed Vai al sito in inglese Twitter Facebook Youtube
RRn
 
Cos'Ŕ la RRN
AREE TEMATICHE
ARCHIVI
SERVIZI
 

Contenuto della pagina

19/06/13

GAL Fior d'Olivi

Logo Gal Fior d'Olivi

Comunicato n. 52 del 17/06/2013

Bilancio positivo per "Tourism Evolution": migliaia di visitatori gustano il territorio
Concerti, mostre, visite guidate e momenti di approfondimento hanno composto un ricco cartello di eventi

Musica, arte, gastronomia e momenti di riflessione sul turismo sostenibile e sullo stato dei lavori avviati dal Gal Fior d'Olivi in questi primi due anni di programmazione.

Il tutto condito da una cornice di visitatori rilevante.

╚ decisamente positivo il bilancio di "Tourism Evolution", l'evento che il Gal Fior d'Olivi ha organizzato dal 14 al 16 giugno a Giovinazzo.
Migliaia i cittadini che tra venerdý e domenica hanno potuto assistere alle manifestazioni inserite nel ricco cartello di eventi preparato per l'occasione.

Momento clou, sabato sera, con piazza Vittorio Emanuele stracolma per l'esibizione dei Radiodervish e della banda di Sannicandro.

Interessanti le due tavole rotonde. Nella prima, venerdý sera, si Ŕ parlato del bilancio del Gal Fior d'Olivi e del futuro del Gruppo di Azione Locale.

"Al Gal Fior d'Olivi va il riconoscimento di aver concretamente aiutato il territorio a dotarsi degli strumenti necessari per un rilancio economico e sociale attraverso il turismo", ha sottolineato il Sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma.

Cosimo Sallustio
, responsabile Asse III e IV PSR Puglia, invece, ha parlato del futuro dei Gal, "che dovranno mettersi in sinergia anche con altri enti, come i Gac (Gruppi di Azione Costiera), per sfruttare all'unisono le risorse europee per l'agricoltura e la pesca".

Sabato mattina, invece, la tavola rotonda sul turismo sostenibile con gli interventi di numerosi esperti in materia, da Italio Clementi (Federtrek) a Gaetano Paparella (Icea), passando per Sergio Fadini (Aitr) e Antonietta Ivona (UniversitÓ di Bari). Particolarmente importanti le testimonianze di esperienze concrete di turismo responsabile e sostenibile in altri territori. (continua)


 
 

Per ulteriori informazioni: