1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Rete Rurale Nazionale
 
Home Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ENRD

Contenuto della pagina

Campagna d'informazione sui fondi PSR 2014-2020

"La Baseline: Criteri, Norme e requisiti di base per chi aderisce agli impegni delle misure dello Sviluppo Rurale"

Nell'ambito dei programmi della Rete Rurale Nazionale 2014-2020, l'Ismea ha sviluppato una campagna d'informazione per comunicare agli agricoltori, in maniera puntuale e approfondita, l'insieme di criteri, norme e requisiti che costituiscono la baseline, ovvero gli impegni di base da rispettare per poter accedere ai finanziamenti delle misure a superficie e a capo dello sviluppo rurale.

Tale campagna ha previsto molteplici azioni d'informazione che sono state realizzate sfruttando tutti i canali di comunicazione disponibili. A partire dalla produzione di materiale cartaceo esplicativo degli aspetti normativi della baseline, ossia un poster ed una brochure, destinati alle sedi dei CAA e alle imprese agricole, nonché scaricabili dal presente sito.

In aggiunta, l'Ismea ha realizzato un ciclo di cinque seminari on line (c.d. webinar) di formazione sui temi della baseline, ciascuno dei quali ha coinvolto tra i 30 e i 50 centri di assistenza agricola. I seminari online (consulta il calendario dei seminari) sono stati registrati ed i contenuti sono disponibili, visualizzabili e scaricabili da ognuna delle sei sezioni specifiche in cui è suddiviso il presente sito internet.
Quest'ultimo infatti si compone di 6 macro-tematiche, ovvero i fertilizzanti, i prodotti fitosanitari, le produzioni animali, la gestione dei terreni, i criteri di ammissibilità dei terreni ed i controlli e le sanzioni, e costituisce il contenitore ultimo di tutto il materiale prodotto nel corso della campagna di comunicazione.

 
 
 
 

 
 

Cos'è la baseline

Per ottenere i finanziamenti delle misure dello sviluppo rurale connesse alla superficie o agli animali (secondo pilastro della Politica Agricola Comune), gli agricoltori aderiscono ad una serie di impegni volontari che vanno al di là di un insieme di criteri, norme e requisiti di base, denominato "baseline".

L'osservanza di questi impegni e dei requisiti che ne sono la base, si traduce in pratiche e comportamenti che permettono al settore agricolo di contribuire a tutelare l'ambiente, contrastare i cambiamenti climatici e garantire ai consumatori prodotti sani e sicuri.

Questo insieme di criteri, norme e requisiti si compone di tre ambiti:

  • I Criteri per garantire il mantenimento della superficie agricola e l'esercizio di un'attività agricola minima sono impegni obbligatori per coloro che fanno domanda per i pagamenti dello sviluppo rurale delle misure 10 "pagamenti agro-climatico-ambientali", 11 "agricoltura biologica" e 12 "indennità Natura 2000 e direttiva quadro sull'acqua" e un requisito di accesso ai finanziamenti per gli agricoltori che fanno domanda per i pagamenti diretti.
  • Le Regole di condizionalità: comprendono un insieme di Criteri (CGO) e Norme (BCAA) per una gestione dell'azienda agricola rispettosa dell'ambiente e attenta alla salubrità dei prodotti e al benessere degli animali allevati. Tutti i beneficiari dei pagamenti diretti e delle misure dello sviluppo rurale connesse alla superficie e agli animali sono tenuti a rispettarle.
  • I Requisiti minimi per l'uso dei fertilizzanti (RM Fert) e dei prodotti fitosanitari (RM Fit): rappresentano un impegno obbligatorio per i beneficiari delle misure 10 e 11 dello sviluppo rurale.
 

A chi si applica

I criteri, le norme e i requisiti della baseline si applicano alle aziende che presentano domanda per ottenere i pagamenti diretti e i pagamenti delle misure dello sviluppo rurale connesse alla superficie o agli animali dei PSR (Programmi di Sviluppo Rurale).

Regime di aiuto
Elementi della baseline
Misure dello sviluppo rurale connesse alla superficie o agli animali
* Criteri per garantire il mantenimento della superficie agricola e l'esercizio di un'attività agricola minima (per beneficiari delle misure 10, 11 e 12)
* Regole di condizionalità
* Requisiti minimi per l'uso dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari (per beneficiari delle misure 10 e 11)
Regime dei pagamenti diretti: pagamento di base; pagamento greening; giovani agricoltori; sostegno accoppiato
* Criteri per garantire il mantenimento della superficie agricola e l'esercizio di un'attività agricola minima
* Regole di condizionalità
Regime dei piccoli agricoltori
* Criteri per garantire il mantenimento della superficie agricola e l'esercizio di un'attività agricola minima
Pagamenti per estirpazione e ristrutturazione dei vigneti e "vendemmia verde"
* Criteri per garantire il mantenimento della superficie agricola e l'esercizio di un'attività agricola minima
* Regole di condizionalità

Per una gestione efficace dell'azienda nel rispetto degli obblighi della baseline rivolgersi alle strutture e ai tecnici che svolgono attività di consulenza.

 

Normativa di riferimento

Gli impegni volontari delle misure connesse alla superficie e agli animali sono contemplate negli articoli 28, 29, 30, 33 e 34 del Reg. (UE) n. 1305/2013, e ai sensi del Reg. (UE) n. 808/2014 sono finanziate, rispettivamente, dalle misure 10, 11, 12, 14 e 15 dei PSR.

I requisiti minimi relativi all'impiego dei fertilizzanti e dei prodotti fitosanitari sono introdotti dagli artt. 28 e 29 del Reg. (UE) n. 1305/2013, pertinenti rispettivamente alla misura 10 "Pagamenti agro-climatico-ambientali" ed alla misura 11 "Agricoltura biologica".

Le regole di condizionalità sono disciplinate dagli artt. 91-101 del Reg. (UE) n. 1306/2013 e dettagliati nell'Allegato II dello stesso regolamento. Le norme attuative sono contenute nel regolamento di esecuzione (UE) n. 809/2014. A livello nazionale il DM 2490 del 25 gennaio 2017 rappresenta la norma di recepimento della condizionalità e dei requisiti minimi.

I criteri minimi di mantenimento delle superfici agricole e l'esercizio di un'attività agricola minima sono definiti nell'art. 4 del Reg. (UE) n. 1307/2013 e descritti rispettivamente negli artt. 4 e 5 del Reg. (CE) n. 639/2014. Per questi ultimi, il riferimento normativo nazionale è il DM 1420 del 2015 (artt. 4 e 5).

I criteri, le norme e i requisiti della baseline sono inoltre recepiti dalle Regioni e Province autonome con propri provvedimenti.

 

Si ringraziano per la collaborazione la Direzione Generale della Sanità animale e dei Farmaci veterinari del Ministero della Salute e l'Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AGEA).